ELEONORA NELLI

Itinerari Particolari

Ciascun tour proposto in questa pagina può essere effettuato singolarmente oppure combinato con altri, per esempio:

Walking Tour + Galleria degli Uffizi per un totale di 3 ore = Half Day
Walking Tour + Galleria dell'Accademia per un totale di 3 ore = Half Day
Walking Tour + Basilica di Santa Croce per un totale di 3 ore = Half Day

oppure:

Walking Tour di 3 ore + 2 musei a scelta in 3 ore per un totale complessivo di 6 ore = Full Day

Oltre agli itinerari proposti (che sono solo un esempio), sono a disposizione per tour personalizzati in modo da soddisfare tutte le vostre esigenze nel territorio di Firenze e provincia.

Il Museo Stefano Bardini: visita dell'antico showroom Bardini

Cinghiale

Il museo intitolato al collezionista e antiquario Stefano Bardini (1836-1922) è stato riaperto di recente dopo dieci anni di chiusura.
La galleria d'esposizione di Bardini, trasformata in museo dopo la sua morte, raccoglie collezioni sorprendenti ed eterogenee.
Si possono ammirare capolavori del Rinascimento italiano come la "Madonna dei Cordai" e la "Madonna della mela" di Donatello, oltre che sculture (il famoso "Porcellino"), rilievi marmorei, cassoni nuziali, cornici, armi, tappeti orientali.

Visita del Museo di Storia Naturale (sezione di zoologia) "La Specola"

Museo della Specola

Nel 1766 Pietro Leopoldo di Lorena convocò l'abate Felice Fontana (1730-1805) per affidargli la creazione e la direzione di un Imperiale e Reale Museo di Fisica Naturale.
Inaugurato nel 1775 con sede in palazzo Torrigiani, il Museo doveva comprendere una "specola" cioè un osservatorio astronomico.
Sarà possibile ammirare, oltre alla sezione zoologica (con reperti tassidermico zoologici da tutto il mondo), le collezioni di cere anatomiche (tra cui quelle di Clemente Susini) e il Salone degli Scheletri con più di 3000 reperti osteologici (scheletri di animali rarissimi e anche estinti; sono anche rappresentati i Primati e l'uomo).

"Firenze, la città delle torri" - Percorso originale alla scoperta della Firenze medievale

Case Torri

Con questo itinerario esterno capiremo le differenze tra il palazzo rinascimentale e le case torri medievali.
Oltre alle case torri vedremo la torre dei Boscoli (oggi Museo del Bargello) e la cosiddetta "torre di Arnolfo" (del Palazzo della Signoria).
Il percorso proseguirà in via delle Terme (con la storia delle origini del conflitto tra guelfi e ghibellini), via Por Santa Maria, Ponte Vecchio.
Visiteremo inoltre il "quartiere di Dante" con la piccola chiesa di santa Margherita de' Cerchi, le case torri più importanti (torre della Castagna, torre della Pagliazza..) con l'affascinante storia delle loro origini.

Visita al Museo Archeologico Comprensoriale del Mugello e della Val di Sieve a Dicomano

Museo Archeologico Comprensoriale del Mugello

Museo archeologico di recente apertura (dicembre 2008) con un allestimento moderno e un percorso didattico (per tutte le età) che racconta le origini del territorio attraverso i reperti archeologici raccolti in oltre 30 anni di scavi.

Da segnalare: l'esposizione d'insieme, per la prima volta in uno stesso museo, di numerose "Pietre fiesolane" trovate sul territorio.
Percorso cronologico (che si sviluppa in 8 sale) che approfondisce le origini del territorio (Mugello e Val di Sieve).

Dopo la visita al museo: breve visita della parte vecchia di Dicomano.

In alternativa: se di domenica, dopo la visita del museo è possibile fare una breve visita alla pieve di Santa Maria a Dicomano (orario visita: domenica ore 10/11; 12/12.30).

Il Museo Stibbert: una delle più sorprendenti collezioni private del mondo

Museo Stibbert

Visita del museo abitazione di Frederick Stibbert (1838-1906), collezionista privato che, attraverso numerosi viaggi, raccolse splendide armature (europee, islamiche e giapponesi), reperti archeologici, dipinti, costumi d'epoca, porcellane.

In particolare: visita della famosa Sala della Cavalcata e delle armerie islamiche.
Sarà possibile anche inoltrarsi nel grandioso parco romantico progettato da Giuseppe Poggi nell'Ottocento.
All'interno del parco è possibile ammirare il tempietto egizio, quello ellenistico e la limonaia neoclassica.

Ognissanti: visita della chiesa e del cenacolo del Ghirlandaio. Il Crocifisso di Giotto restaurato.

Chiesa di Ognissanti

Visita della chiesa di Ognissanti, in occasione del restauro e della nuova collocazione dello splendido Crocifisso di Giotto.
Oltre a questo capolavoro recuperato, potrete ammirare affreschi del Ghirlandaio e di Botticelli come la "Madonna della Misericordia", S. Agostino e S. Girolamo.
Ripercorreremo insieme l'affascinante storia della chiesa fondata dai frati Umiliati che commissionarono a Giotto il Crocifisso e la Maestà (oggi agli Uffizi).

Inoltre: effettuando la visita il sabato mattina, potremo accedere al chiostro maggiore e al refettorio con l'Ultima cena del Ghirlandaio.

Alla scoperta degli angoli insoliti del quartiere di Santa Maria Novella: dai tabernacoli alla chiesa di Ognissanti

Tabernacoli

L'itinerario proposto, della durata di circa 2 ore, si snoda tra le strade del quartiere di Santa Maria Novella note oggi soprattutto per lo shopping ma che regalano al passante attento veri e propri capolavori di arte popolare e non solo.
Allora proviamo a staccare gli occhi dalle abbaglianti vetrine e alziamo il naso alla ricerca dei tabernacoli e delle "buche" per la vendita del vino, segni giunti fino a noi dal Medioevo.
Proseguendo il percorso potremo ammirare due capolavori del Rinascimento: il palazzo e la loggia Rucellai.
Concludiamo la nostra passeggiata con la visita alla chiesa di Ognissanti, scrigno quasi sconosciuto di autentici capolavori come il Crocifisso di Giotto (recentemente restaurato), gli affreschi di Botticelli (qui sepolto) e Ghirlandaio.

"Il mondo femminile nell'antichità": selezione di reperti dal mondo egizio a quello etrusco

Percorso al Femminile

Particolare itinerario riguardante il mondo femminile nell'antichità per capire come vivevano, cosa indossavano, come si truccavano le donne egizie e le donne etrusche attraverso una selezione dei reperti più importanti e affascinanti del museo.
Potrete ammirare oggetti della vita quotidiana delle donne egizie (tavolozze per il trucco, specchi, gioielli, sandali, amuleti, poggiatesta..), sculture delle regine egizie, mummie egizie con i loro preziosi sarcofagi decorati e i corredi funerari, specchi, vasi (come lo splendido "vaso François") e sarcofagi etruschi tra cui quello dell'affascinante signora Larthia Seianti e il famoso "Sarcofago delle Amazzoni" (restaurato di recente) con le sue originali scene decorative.

La tradizione del cotto: visita ad una fornace della terracotta di Impruneta, la Manifattura REF

Fornace

La Manifattura REF è stata fondata nel 1660 ed è famosa in tutto il mondo per la sua produzione.
Accanto ad una produzione semi industriale, infatti, la ditta REF continua la tradizione producendo terrecotte artistiche realizzate a mano.

In esclusiva: visita della fornace e della preziosa gipsoteca con oltre 3000 modelli in gesso da cui, ancora oggi, vengono ricavati gli stampi per la realizzazione dell'intera produzione in cotto.
Sarà possibile assistere alla produzione delle terrecotte artistiche e vedere le varie tipologie di forni: dai più antichi a legna agli attuali modelli a metano.

© 2015 Eleonora Nelli | Design by Vanni Bacci